CHI SIAMO

DIRETTORE

Marco De Marinis

Professore ordinario di Discipline Teatrali nel Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna, è responsabile scientifico  per questo ateneo del Centro Teatrale “La Soffitta”. Nel 1999 ha fondato la rivista «Culture Teatrali», di cui è direttore. Dirige collane specialistiche per diversi editori italiani. Molti suoi libri e articoli sono stati tradotti in inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, catalano, polacco, ungherese, serbo, sloveno. Ultimi volumi pubblicati: Il teatro dell’altro. Interculturalismo e transculturalismo nella scena contemporanea, Firenze, La casa Usher, 2011; Il teatro dopo l’età d’oro. Novecento e oltre, Roma, Bulzoni, 2013; Etienne Decroux and His Theatre Laboratory,  Icarus/Routledge, Holstebro-Malta-Wrocław-London-New York, 2015.



REDAZIONE

Fabio Acca

Curatore, critico e studioso di arti performative, dottore di ricerca in Studi Teatrali, insegna come contrattista Forme della scena Multimediale presso il Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna, collabora alle attività di ricerca del medesimo dipartimento. I suoi contributi sono stati pubblicati, tra gli altri, anche su «Acting Archives» «Art’O», «Artribune», «Biblioteca Teatrale», «Culture Teatrali», «Hystrio», «Lo Straniero», «Teatro e Antropologia». Ha scritto per i volumi Corpo Sottile. Uno sguardo sulla nuova coreografia europea (Ubulibri, 2003), a cura di Silvia Fanti/Xing; Kinkaleri 2001-2008. La scena esausta (Ubulibri, 2008), a cura di Kinkaleri; Iperscene 2 (Editoria & Spettacolo, 2009), a cura di Jacopo Lanteri; Scenari del terzo millennio. L’osservatorio del Premio Scenario sul giovane teatro, a cura di Cristina Valenti (Titivillus, 2018). Ha curato: insieme a Jacopo Lanteri, il volume Cantieri Extralarge. Quindici anni di danza d’autore in Italia 1995-2010 (Editoria & Spettacolo, 2011);  il numero monografico Performing Pop («Prove di Drammaturgia», 2011); insieme a Silvia Mei, il volume Il teatro e il suo dopo (Editoria & Spettacolo, 2014); insieme a Alessandro Pontremoli, il volume La Rete che danza. Azioni del Network Anticorpi XL per una cultura della danza d’autore in Italia 2015-2017 (Edizioni Anticorpi, 2018). Dal 2014 è consulente alla direzione artistica di TIR Danza, organismo di produzione che opera nel settore della danza contemporanea di ricerca e d’autore, riconosciuto dal MiBACT.


Silvia Mei

PhD in Storia, Orientalistica e Storia delle arti presso l’Università di Pisa, è ricercatrice in live arts, critica teatrale e project manager. Si muove nel campo dell’estetica applicata guardando ai processi di ibridazione nella scrittura scenica, con particolare interesse al Nuovo Teatro e alla scena italiana contemporanea. Attualmente insegna come contrattista presso il Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna per l’insegnamento di Iconografia teatrale; e presso il FISPPA dell’Università di Padova per Teorie e tecniche delle comunicazioni di massa. È membro della rivista universitaria «Culture Teatrali» e co-editor della webzine. A partire dal 2006 svolge formazione del pubblico per diverse realtà ed enti, tra cui Arena del Sole – ERT Fondazione, dove cura dal 2014 (insieme a Fabio Acca) la scuola per spettatori L’occhio del Principe. Ha allestito mostre e percorsi installativi presso lo spazio espositivo Adiacenze (Bologna); collabora come consulente scientifica alla progettualità della Soffitta – Centro di promozione teatrale dell’Università di Bologna e al festival multidisciplinare Ipercorpo (Forlì). Autrice di diversi saggi e articoli in rivista, in italiano, francese e inglese, frequenta dal 2008 il teatro argentino dirigendo l’edizione italiana dell’opera di alcuni “teatristi” (Claudio Tolcachir/Timbre4. Una trilogia del living, 2012; R. Spregelburd, Lucido (con tre scritti), 2014). Ha inoltre curato: Il teatro e il suo dopo, volume in omaggio al magistero di Marco De Marinis (con Fabio Acca, 2014); e La terza avanguardia. Ortografie dell’ultima scena italiana («Culture Teatrali», n. 24, 2015). Di recente uscita il saggio storico Essere artista. Eleonora Duse e Yvette Guilbert: storia di un’amicizia (Editoria & Spettacolo, Spoleto 2018).



COLLABORATORI

Laura Budriesi

Dottore di ricerca in Studi teatrali e cinematografici, assegnista di ricerca presso il Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna, collabora con la cattedra di storia del Teatro e dello Spettacolo del professor Marco De Marinis. Studiosa di teatro e antropologia, ha effettuato numerose ricerche in Africa tra i riti delle maschere Dogon del Mali, fino alle cerimonie di possessione in Etiopia, testimoniate dai suoi scritti tra cui due monografie (Viaggio attraverso la possessione nell’Etiopia di oggi, Bologna, Odoya, 2012 e Il teatro della possessione, Bologna, Patron Editore, in corso di stampa), e da due documentari ambientati nel nord dell’Etiopia (La lingua della trance, su una setta islamica nel Wollo, 2016; In search of wukabi: Demses e Seyfou Tchenger su un gruppo di culto cristiano ortodosso di Gondar, 2015, produzione Caucaso Factory). Ha curato, insieme a Giovanni Azzaroni, il convegno di studi Danze Africane in transito, spiriti ancestrali e miti dell’oggi (2015, Dipartimento delle Arti, Bologna), di cui sta pubblicando gli atti per la collana “Arti della performance, orizzonti e culture”.


Roberta Ferraresi

Dottore di ricerca in Studi teatrali, è assegnista di ricerca presso il Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna. I suoi interessi comprendono lo sviluppo degli studi sulle arti performative nel Novecento e il teatro italiano contemporaneo. Nel contesto di «Culture Teatrali» ha curato la sezione Terzo Teatro: ieri, oggi, domani (n. 27 – 2018) , e – con Marco De Marinis – il n. 26 (2017), Pensare il teatro: Nuova Teatrologia e Performance Studies, oltre ad aver pubblicato diversi contributi all’interno della rivista (Un “nuovo” Nuovo Teatro? I teatri degli anni Duemila dal punto di vista degli osservatori, n. 24 – 2015; Una nuova teatrologia. Il processo di rifondazione degli studi teatrali in Italia fra anni Sessanta e Settanta, n. 25 – 2016). Fra le altre pubblicazioni recenti: Il paradigma performativo. Teatrologia italiana e Performance Studies fra Novecento e Duemila (all’interno degli atti del convegno CUT Thinking the Theatre, a cura di G. Guccini e A. Petrini, AlmaDL, 2018); Anni Zero: la critica oltre la critica attraverso un Nuovo Teatro (atti del convegno Ivrea Cinquanta, curati da D. Beronio e C. Tafuri per AkropolisLibri, 2018). Coltiva un’operatività attiva nel sistema delle arti performative: dal 2004 ha lavorato nel settore comunicazione/redazione di diversi festival e teatri e ha curato laboratori di critica teatrale in contesti di rilevanza nazionale. Dal 2009 co-dirige la webzine «Il tamburo di Kattrin» e collabora continuativamente con «Doppiozero». È stata membro della Commissione Teatro del MiBACT (2014/2017) e del Nucleo di Valutazione dei progetti di residenza teatrale per la Regione Emilia-Romagna (2018).


Direttore prof. Marco De Marinis: marco.demarinis@unibo.it

Redazione: rivista.cultureteatrali@gmail.com.

Webmaster Maurizio Morini: maurizio.morini@unibo.it

Share

I commenti sono chiusi